Doctor Who Italian Fan Club

THE PARTING OF THE WAYS – 15 ANNI DOPO

15 anni dal primo finale di stagione del reboot moderno di Doctor Who. Wow.

The Parting of the Ways (in italiano la puntata si chiama Padroni dell’Universo) è la seconda parte di una puntata doppia, la prima parte è Bad Wolf. Breve riassunto della trama per chi non la ricorda: il Nono Dottore, Rose e Capitan Jack Harkness sono su Satellite 5 e stanno per essere attaccati da una flotta di Dalek, bisogna agire per salvare la Terra dell’anno 200.100. Il Dottore però capisce che le probabilità di sopravvivere sono molto basse, quindi con l’inganno spedisce Rose e il TARDIS indietro a casa di lei, per metterla al sicuro, ma lei non ci sta e prova in tutti i modi a tornare da lui per salvarlo; con l’aiuto di Jackie, sua mamma, e Mickey, apre la console del TARDIS  e guarda direttamente il Vortice del Tempo, scoprendo di essere lei il Bad Wolf (parola che è apparsa come indizio durante tutta la stagione) e ottenendo un potere immenso e pericoloso, torna dal Dottore e distrugge l’armata dei Dalek, involontariamente riporta anche in vita Jack, precedentemente colpito a morte. Ma l’energia assorbita da Rose è troppo forte e rischia di ucciderla, quindi il Dottore la trasferisce su se stesso con un bacio e per dissiparla si rigenera, facendo così entrare in scena il Decimo Dottore.

Puntata semplice ma molto intensa, piena di colpi di scena, il principale ovviamente è la rivelazione del Bad Wolf, termine che ci ha torturati per tutta la stagione, apparendo dovunque senza una spiegazione fino alla fine, dove appunto scopriamo che Rose è il Bad Wolf, il Lupo Cattivo, e che avrà una parte importantissima nel salvare l’universo. Grazie alla trasformazione di Rose, abbiamo un punto di svolta anche nella storia del Capitano Jack, poiché, dopo essere stato ucciso dai Dalek, viene riportato in vita dall’energia emanata da lei e diventa immortale, ma purtroppo non lo rivedremo per un bel po’. La questione del Bad Wolf è il fil rouge della stagione, e io personalmente ho sempre amato avere un tema ricorrente che si svelasse alla fine, un collegamento tra le puntate, e questa cosa è venuta a mancare nelle ultime stagioni con 13 e mi spiace un po’.

Il focus principale di questo episodio, a parer mio, è vedere Rose mettere in pratica gli insegnamenti del Dottore e decidere che questa volta sarà lei a salvarlo, anche a rischio di rimetterci la vita, come lei stessa dice: la vita sulla Terra ormai per lei è nulla in confronto a ciò che ha visto e imparato con il Dottore, e non può rinunciarci, non senza combattere. Il Dottore a sua volta non può perdere lei, e vedendola soffrire per l’energia assorbita, decide di sacrificare il proprio essere per salvarla, una scena super romantica ma anche divertente in cui lui la bacia perché a lei “serve un Dottore” in quel momento, e trasferisce su di sé l’energia.

Nel TARDIS assistiamo alla prima rigenerazione della serie moderna, il Nono Dottore ci saluta e appare il Decimo, Christopher Eccleston lascia letteralmente la plancia a David Tennant, cambiamento molto rapido ma sofferto, poche fantastiche parole finali per un Dottore durato secondo me troppo poco, se avessimo avuto un altro paio di stagioni sicuramente 9 sarebbe un Dottore più amato, ma che invece spesso viene saltato (sono un’accanita sostenitrice della campagna #dontskipnine).

Dato che siamo nel pieno del mese del Pride, ci tengo a far notare come Doctor Who tratti l’argomento in maniera molto aperta, e uno dei pionieri della tematica è Jack, il quale in questa puntata bacia a distanza di pochi secondi sia Rose che il Dottore per salutarli. Nel numero di giugno della nostra fanzine Pull to Open potrete leggere degli approfondimenti sul tema LGBT+ nella serie. #spoiler

Un piccolo aneddoto: come molti di voi sanno, David Tennant ha vestito i panni di Barty Crouch Jr. in Harry Potter e il Calice di Fuoco; nel libro il suo personaggio muore nel capitolo 36 che si chiama “The parting of the ways”, e in Doctor Who questo è proprio il titolo dell’episodio in cui appare come Dottore! Coincidenza? Non credo proprio!

  • Amelia Pond
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: