Doctor Who Italian Fan Club

Anthony Ainley

Anthony Ainley è nato il 20 agosto 1932 in una famiglia di attori, lo erano infatti sia il padre Henry, sia il fratellastro Richard. È stato però registrato all’anagrafe solo nel 1938, e con il cognome di sua madre, Clarice Holmes. Ha frequentato la RADA, per poi cominciare a recitare in teatro e per la televisione inglese, interpretando spesso – ma non sempre – il ruolo dell’antagonista. Tra i suoi lavori si possono ricordare la seconda serie di It’s Dark Outside (1966), un breve ruolo nel film di James Bond You Only Live Twice (1967), l’episodio Noon Doomsday di The Avengers (1968), il film Oh! What a Lovely War (1969), Elizabeth R (1971), il ruolo di Lord Charles Gilmour nella serie di ITV Upstairs, Downstairs (1973), The Pallisers (1974) e The Land That Time Forgot (1975).

È stato scelto per interpretare il Maestro dal produttore di Doctor Who John Nathan-Turner, che aveva lavorato con lui anni prima in The Pallisers. Ainley è stato il quarto attore a ricoprire questo ruolo, e il primo dopo Roger Delgado a tornare più volte, dalla prima apparizione del 1981, nel serial The Keeper of Traken, fino alla fine della serie classica, nel 1989. In seguito ha anche doppiato il Maestro nel videogioco Destiny of the Doctors del 1997.
Ainley amava profondamente il ruolo del Maestro, tanto da voler interpretare quasi solo ed esclusivamente quello. L’aver ereditato una discreta somma di denaro dal padre gli ha anche permesso di rifiutare altri ruoli e, in seguito, di ritirarsi completamente delle scene, verso la fine degli anni Novanta. Da sempre molto riservato riguardo alla sua vita privata, dopo aver smesso di recitare non è più apparso in pubblico.

L’attore non è mai stato sposato ed è sempre stato un amante dello sport: in gioventù aveva giocato a rugby per l’Old Cranleighans, il Richmond e il Middlesex, utilizzando ancora il cognome materno. Era inoltre appassionato di cricket, sport che ha anche praticato per anni, anche dopo aver abbandonato la recitazione. Anthony Ainley è purtroppo scomparso il 3 maggio del 2004.