Doctor Who Italian Fan Club

River SONG

Pochi personaggi sono entrati nei nostri cuori (e in quelli del Dottore) quanto River Song!
Ci sono decine i teorie, a voler stare stretti, su di lei e alcune le abbiamo già viste nei #tuesdaytheories, ma oggi ve ne propongo una particolarmente triste e romantica.
Quando, nella settima stagione, il Dottore perde Amy e Rory, chiede a River di viaggiare con lui. Lei acconsente, “Quando vuoi e ovunque tu voglia. Ma non sempre!”
Infatti i fan saranno delusi, perché vedremo River solo un’altra volta, in questa stagione, su Trenzalore. Tra l’altro si tratta della River post-biblioteca.
Ma davvero ella è assente dalla settima stagione?

Molte puntate dell’era dell’undicesimo Dottore, specialmente nella settima stagione, hanno una componente musicale importante. Basti pensare a Oswin che ascolta la Carmen per coprire le voci dei Dalek, o la canzone di Akhaten. Ma gli esempi non finiscono qui. 
“Tu sei sempre con me. E io ti ascolto.”
Dice il Dottore alla proiezione di River, su Trenzalore. Questo fa capire a noi e a lei che lui la vede e la sente sempre. Ma potrebbe non riferirsi soltanto alla sua proiezione, così come lei potrebbe non essere sempre con lui nella forma in cui la vediamo in quel momento. 
River accompagna il Dottore attraverso la musica che lo circonda. Il suo nome, Song, che significa canzone, potrebbe essere più letterale di quello che pensiamo e quel “E io ascolto” del Dottore anche. Viene facile immaginare River che cerca di comunicare, o anche solo “accarezzare” il suo Dottore circondandolo di canzoni che parlano di lei. 

Non parliamo poi del rapporto del dodicesimo Dottore con la musica, che in quest’ottica assume connotazioni completamente nuove. E sappiamo che, proprio con lui, lei vivrà la sua ultima notte su Darillium.
Credete davvero che sia un caso che lui la porti ad ascoltare le torri di Darillium cantare? E che River muoia subito dopo in una Biblioteca, dove il silenzio è legge?
Non dimentichiamo che il più grande nemico del Dottore e di River è proprio il Silenzio! 
Potete dire quello che volete di Moffat, ma dovrete ammettere che un sottotesto del genere è esattamente una cosa a cui avrebbe potuto pensare!

Brig