Doctor Who Italian Fan Club

Peter Cushing – parte 1

Elencate tutti gli attori che hanno interpretato il Dottore dal ’63 ad oggi!
Fatto? 
Ne avete detti tredici, giusto? Hartnell, Troughton, Pertwee, Baker, Davieson, Baker (di nuovo), McCoy, McGann, Eccleston, Tennant, Smith, Capaldi e il War Doctor di Hurt.
Ma quanti di voi hanno ricordato di aggiungere Peter Cushing? Si, perché nel ’65 ci fu uno strano esperimento americano, poi replicato nel ’66. Fu girato un film tratto dalla seconda avventura del Dottore, quella in cui incontra per la prima volta i Dalek. Nel film del ’66 si racconta invece il loro secondo incontro.
La trama è molto simile a quella dei serial inglesi, in entrambi i casi, ma i personaggi no. Il Dottore è un umano che fa Who di cognome con due nipoti, Susan e Barbara; Ian è il fidanzato di Barbara. Questo Dottore è un inventore e finisce nel futuro provando la sua ultima invenzione, il Tardis. 
Confusi? beh, in Inghilterra Doctor Who e i Dalek erano al massimo della loro popolarità e oltreoceano provarono a sfruttarli, con le loro storie migliori, senza perdere tempo in spiegazioni preliminari, che funzionavano meglio in un format seriale. 
Ma non sono qui a parlarvi dei film in sé, se potete recuperateli. Personalmente adoro Peter Cushing, quindi la visione merita sempre. Mi piace pensare che in altri film, se avessero introdotto il Maestro, questo sarebbe stato interpretato da Christopher Lee. Se volete vedere i due scontrarsi, recuperate i Dracula della Hammer, in cui i due interpretano il vampiro e Van Helsing!
Ma questa non è la teoria di oggi.

Il punto è che da anni i fan cercano di incastrare questi film nell’universo di Doctor Who. Impresa non facile, ammettiamolo, ma le teorie servono a questo. Ne esistono molte, oggi ve ne propongo una, probabilmente più in la potrei aggiungerne altre.
La più astrusa, ma affascinante, secondo me, è che questo Doctor Who fosse un agente di Torchwood, venuto in possesso della tecnologia gallifreyana che è riuscito, in pensione, a costruire una specie di Tardis, rozzo ma funzionante. La sua somiglianza caratteriale con il primo Dottore e la convinzione di essere il Dottore ricordano sospettosamente Jackson Lake, l’uomo che, in uno degli speciali della quarta stagione, era convinto di essere il Dottore. Lake aveva anche una mongolfiera che chiamava Tardis! 
La sua condizione era causata da un innesto accidentale di informazioni Cyberman, una cosa che possiamo immaginare possa succedere anche ad un agente Torchwood. 
Quindi Cushing sarebbe stato un agente nella prima metà del ‘900, avrebbe subito un innesto disastroso di memoria e per questo mandato in pensione. Trasferitosi in America sarebbe riuscito a creare una versione terrestre del Tardis con la quale avrebbe inconsciamente rivissuto alcune avventure del Dottore. 
Possibile, spiega molte cose.

Ma questa teoria fa sorgere una questione.
Se Cushing era un agente Torchwood nella prima metà del ‘900, allora probabilmente avrà conosciuto Jack Harkness.
Scrivete nei commenti cosa credete che sia successo tra i due!

Brig

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: