Doctor Who Italian Fan Club

Chi è davvero Missy?

Oggi il nostro #tuesdaytheories si baserà su una sola domanda: chi è davvero Missy?
Durante l’ottava stagione le teorie si sono sprecate. Missy è la Rani, Missy è il Valeyard, Missy è l’interfaccia della 3W. No, l’ultima è un inganno dello stesso Moffat. Il quale, tra parentesi, aveva dichiarato che nell’ottava stagione “non ci sarebbe stato assolutamente il Maestro!”.
Ma ora lo sappiamo, si tratta proprio del Maestro, o meglio, Mistress. 
In giro ci sono teorie per cui questa sia una menzogna, portata avanti per due stagioni, ormai. Alcuni pensano ancora al Valeyard o alla Rani o anche a teorie più improbabili. Quelle che starebbero benissimo in questa rubrica. Ma non questa volta!
Tra un paio di episodi la storia del dodicesimo Dottore arriverà alla fine (di già?) e con la sua anche quella di Missy. Michelle Gomez ha detto che questa sarà la sua ultima stagione. Questo ovviamente non vuol dire che il personaggio non continui ad esserci, ma, nel caso, avrà un nuovo volto. In ogni caso dovranno per forza fare chiarezza sulla sua identità. Quindi è inutile discutere le teorie più astruse (se volete proprio, ci sono i commenti qui sotto).


Voglio invece limitarmi a presentare una mia teoria, semplice, ma abbastanza assurda da essere presente qui.
Sappiamo tutti che nel prossimo episodio ritornerà John Simm, che interpretò il Maestro nella terza e quarta stagione. Come? Perché?
Lo avevamo lasciato mentre si immolava per impedire il ritorno di Rassilon, morendo o forse no, comunque intrappolato. Nella nona stagione Rassilon è tornato, sebbene rigenerato, quindi è chiaro come anche il Maestro possa essere fuggito. Il suo ritorno nell’ottava stagione, senza spiegazioni, era una citazione alla serie classica, specialmente l’era del terzo Dottore. Ogni volta tornava senza dare vere spiegazioni (“Sono scappato prima dell’esplosione”, di solito), perché non ce n’è realmente bisogno. I nemici ricorrenti ritornano sempre, accettiamolo e andiamo avanti.

Ma Missy continua a suscitare dubbi. È il Maestro, in fin dei conti? Per me si, per ragioni narrative. La grande rivelazione dell’ottava stagione era quella, smentirla ora sarebbe sbagliato a livello di scrittura. Sarebbe come se Agatha Christie avesse scritto un seguito di “Dieci Piccoli indiani” in cui si scopriva che l’assassino era un altro rispetto a quello del primo libro. Si può fare, ma è un imbroglio verso i lettori. E rimane sempre il dubbio che la cosa sia stata fatta in corso d’opera perché gli spettatori non erano soddisfatti della rivelazione. Come cancellare tutti gli avvenimenti di una stagione intera di un telefilm dicendo che era tutto un sogno, solo perché non era piaciuta (se capite questa avete dei problemi, ma vi voglio bene). 

Ma torniamo a noi. Missy è il Maestro, ma questo non vuol dire che non possano esserci colpi di scena legati alla sua storia. 
Potrebbe essere uno sdoppiamento del Maestro, un suo Valeyard, se vogliamo. Una bella teoria vuole che Simm sia una sua proiezione mentale, rappresenterebbe il suo lato malvagio, quello che sta cercando di sconfiggere. Questa mi piace.
Ma la mia teoria è più astrusa. Missy è il Maestro, va bene, ma il Maestro in quale momento della sua linea temporale? Quando lo incontriamo la prima volta, interpretato da Roger Delgado, all’epoca del terzo Dottore, i due sono già nemici. Ma è noto fin da subito che fossero amici, in precedenza. Poi il Maestro è stato incaricato di catturare il Dottore che lo ha fatto precipitare in un buco nero e così è iniziata la loro rivalità. Ma sembra di capire che il Maestro fosse già cattivo quando inseguiva il Dottore, altrimenti non avrebbero cercato di uccidersi. Diciamo che ci sono molti buchi nella storia. Tennant racconta di come la loro amicizia risalga all’infanzia. Il Maestro di Delgado è già alla sua ultima rigenerazione, per questo deve sempre tornare in modi piuttosto macchinosi. Nel film dell’ottavo Dottore credo si tocchi l’apice. Per questo non fa strano che il Dottore venga chiamato a sorvegliare il cadavere di Missy per mille anni, non è che i Timelord si facciano fermare dalla morte.

Analizziamo cosa sappiamo di Missy. È malvagia (all’inizio di sicuro), considera il Dottore un amico, non un nemico (anzi, i suoi piani sembrano atti al far diventare lui cattivo, perché possa rimanere suo amico) e ricorda molto più Delgado che Simm, come tipo di Maestro. Inoltre non sente i tamburi. Anche Simm dovrebbe aver smesso di sentirli, ma Missy non ne accenna mai, come se non li avesse mai sentiti (a parte i quattro colpi da dentro il Vault, ma potrebbe essere solo un indizio per i fan).
Quindi la mia teoria è che Missy sia il Maestro, ma una sua rigenerazione precedente a Delgado. Si è appena lanciata sulla strada del male e si considera ancora amica del Dottore. Per questo è ancora titubante e pensa di poter tornare buona per restare con lui (visto che ha fallito nel far diventare cattivo lui). Il Dottore sta cercando di cambiare la sua storia alla base, Simm arriverà per preservare la sua stessa esistenza. Nel caso in cui fallisse, Missy diventerebbe del tutto cattiva, inizierebbe a provare rancore verso il Dottore, si rigenererebbe in Delgado (magari con qualche passaggio in mezzo, non sappiamo da quanto durasse la lotta tra i due, prima del terzo Dottore) e lo inseguirebbe per vendetta fino al buco nero, iniziando la storia che conosciamo.
In caso di successo, invece, il Dottore cancellerebbe tutta la loro rivalità storica, cambiando tutto quello che abbiamo visto finora. Con quali effetti non sappiamo. Ma questo potrebbe portare alla sua morte e alla rigenerazione e, chissà, alla creazione del Valeyard, che non vediamo l’ora arrivi!

Troppo wibbly wobbly? Probabile, ma a Moffat queste cose piacciono. L’unico vero problema è che per seguire questa teoria bisogna conoscere le serie classica, quindi è improbabile che la spiegazione sia questa. Non avrebbe senso usare una cosa che buona parte degli spettatori non seguirebbe. Ma per una settimana almeno potete pensare a questa teoria e dirmi cosa ne pensate. E aggiungere teorie vostre, ovviamente!

Brig